1916, Le donne postino

Durante il primo conflitto mondiale le donne entrarono nei settori
lavorativi da dove erano sempre state escluse, e anche alle Poste
 venne introdotta la figura della postina. Oltre a questo, la guerra
accelerņ lo sviluppo delle comunicazioni dando grande impulso
 ai sistemi via radio e via telefono che, tra l'altro,
 permettevano
di inviare ordini a distanza in tempi rapidi, di coordinare l'aviazione
con l'artiglieria e di guidare i sommergibili alla distruzione di navi nemiche.
Insieme ai nuovi mezzi di telecomunicazione, i militari utilizzarono
 anche sistemi postali anacronistici, come i piccioni viaggiatori:
i dispacci, fotografati e ridotti in piccole dimensioni su pellicole di
collodio o scritti su striscioline di carta leggera, venivano infilati in
tubetti e fissati alle penne delle ali o della coda dei volatili



                                                                                                                                  (nell'acquerello, modello di divisa per le portalettere,
                                                                                                                                1916, © Museo Storico P.T.
).
    

 

  Pag 45                                                           Pag 46                                                                    Pag 47  

                                                                                                                                                                                                                                                                                               Home page