Il primo cavo sottomarino.              

Il primo cavo sottomarino fu posato nel 1850 nel Canale della Manica, per collegare Calais (in Francia)
con Dover (Inghilterra). Due anni dopo, l'Inghilterra era la prima nazione per estensione del servizio telegrafico,
con 6500 chilometri di linee. Il telegrafo trovava intanto un impiego capillare durante i
conflitti armati, primo fra tutti
 la guerra in Crimea (1852-59). Per i collegamenti tra Londra, Parigi e la Crimea,
venne posato un nuovo cavo sottomarino nel Mar Nero.
Il primo cavo sottomarino tra l'Europa e l'America venne invece steso, 7 anni più tardi, nel 1858,
ed entrò in regolare esercizio solo nel 1866.


(Nell'mmagine una vignetta: "Francia ed Inghilterra sono collegate da un cordone ombelicale",
 in occasione del primo cavo sottomarino. Da "Le Charivari", 1850
). 

   vignetta 

Il telegrafo di Hughes

 Nel 1855 David E. Hughes (1831-1900) presentava in America
il suo telegrafo a sincronismo. L'apparato superò ogni altro per perfezione e ingegnosità.
 La parte trasmittente e quella ricevente erano mantenute in movimento sincronico e i segnali emessi
 in forma di brevi correnti d'impulso erano distanziati diversamente da una speciale emissione iniziale
per ciascuna lettera dell'alfabeto. Ciò permetteva sia la trasmissione mediante una tastiera alfabetica di 28 tasti,
 simile a quella del pianoforte, sia la ricezione e la stampa in caratteri ordinari

(nell'immagine un telegrafo di Hughes, © Museo Storico P.T.).

 

 

  Pag 33                                                           Pag 34                                                                    Pag 35  

                                                                                                                                                                                                                                                                            Home page